Michele Zambelli

Navigatore

Michele Zambelli, Personal Website, Sailing Campaign, Offshore



Michele Zambelli

Michele Zambelli nasce a Forli' nel 1990. Scopre la vela in giovane eta' sulla spiaggia della riviera Romagnola e ne rimane irrevocabilmente affascinato ed incuriosito. A 15 anni realizza il sogno di navigare oltre l'orizzonte raggiungendo le coste croate e grazie all'amicizia nata con Cino Ricci, skipper di Azzurra alla Coppa America del 1987, inizia a sognare l' Oceano.

Dalle nebbie adriatiche alle maree bretoni, a 19 anni Michele attraversa l'Atlantico dalla Francia al Brasile come marinaio di una barca francese. Qui impara a conoscere questo popolo, la loro lingua, la loro cultura e questa esperienza lo cambiera' profondamente. E' infatti durante questa transoceanica, sulla linea dell'equatore, che Michele decide di voler attraversare l'Oceano da solo.

Sceglie la Classe Mini 650, una realta' francese ed un banco di prova per skipper da tutto il mondo: barche lunghe 6,50 metri, trampolino di lancio di tutti i grandi navigatori solitari, classe caratterizzata da livello tecnico dei concorrenti altissimo e da barche ultraleggere in fibra di carbonio, che grazie alla sproporzionata invelatura raggiungono altissime velocità.

Nel 2011 Michele conquista il primo podio in una regata internazionale, dalla Bretagna alla Spagna, e vince il primo titolo di Campione Italiano. Nel 2013 la prima Mini Transat, transoceanica in solitario senza contatti a terra, dalla Francia ai Caraibi, classificandosi al 10o posto dopo 25 giorni di navigazione a bordo di un guscio di noce: e' il piu' giovane italiano ad aver terminato questa leggendaria competizione.

Al rientro in Italia viene contattato da La Stampa, diventando opinionista del quotidiano nazionale. Nel 2014, grazie ad una nuova barca piu competitiva, vince il 3° titolo italiano e chiude la stagione al 3° posto della ranking mondiale: Michele diventa la promessa italiana della vela oceanica.

Michele e un suo giovane amico

Nel 2015 si ripresenta sulla linea di partenza della Mini Transat: nella tappa Canarie-Guadalupe si classifica 2°, su 74 concorrenti, ed è il secondo italiano nella storia a mettere il piede sul podio di tappa.

Nella classifica assoluta chiude 6°, secondo miglior piazzamento italiano da sempre.

Da Gennaio 2016 inizia la nuova avventura nella Classe 9.50 a bordo di Illumia 12 ed è subito 2° posto alla 500x2, una delle più famose regate d'altura del Mediterraneo che prevede cinquecento miglia da compiere a vela senza scalo: da Caorle alle Isole Tremiti, passando per Sansego.